Върни се в Страни

Италия

PROCEDURA PER ADOZIONE DI UN BAMBINO, RESIDENTE A REPPUBLICA DI BULGARIA, DA UNA PERSONA, RESIDENTE A UN’ALTRO PAESE

L’Associazione bulgara per le adozioni internazionali e protezione dei bambini sequestrati e abbandonati (BAMOZOID) e tutti i paesi, per quali l’Associazione e’ autorizzata di mediare per le adozioni internazionali, hanno ratificato la Convenzione sulla protezione dei minori e la cooperazione in materia di adozione internazionale, quindi la procedura e’ considerata con questo atto internazionale.

In caso di un contratto concluso tra BAMOZOID e una persona, residente a un altro paese o un’Associazione autorizzata, BAMOZOID si impegna:
- di presentare al candidato le fasi della procedura, i termini per la sua attuazione, i documenti necessari e mezzi finanziari;
- di fornire al candidato un’ informazione completa, accurata e tempestiva durante alla procedura;
- di fare tutte le azioni necessarie giuridice e reali - dal ricevimento ai documenti del candidato fino al ricevimento al passaporto del bambino adottato;
- di rappresentare il candidato davanti tutte le Autorità statali e municipali in Bulgaria - Ministero della giustizia, il Tribunale, istituzioni specializzate per i bambini privati di cure parentali, le Autorità comunali e di Polizia;
- di informare immediatamente il candidato sulle modifiche della legislazione o le esigenze delle autorità amministrative e giudiziarie;
- di accompagnare il candidato durante la sua visita in Bulgaria riguadro della procedura. Si impegna ad assicurare trasporto, buoni condizioni durante la visita, l’interprete e cooperazione davanti  tutti gli organi e le organizzazioni del paese;
- In caso di necessita’ o di richiesta del candidato, si impegna ad assicurare una perizia medica, psicologica, pedagogica e legale ed assistenza per il candidato e per il bambino.

PROCEDURA

La parte administrativa della procedura include:
- l’interpretazione e legalizzazione ai documenti del candidato;
- preparazione ad una richiesta, che si manda nel Ministero della giustizia con i documenti del candidato;
- registrazione nel Registro del Ministero;
- determinazione al candidato conveniente per il bambino concreto;
- invio di un assenso all' Autorità centrale dello Stato di residenza abituale del candidato per avviare la procedura;
- assenso del candidato;
- l'autorizzazione a procedere la procedura da parte dell'Autorità centrale dello Stato di residenza abituale del candidato;
- assenso dal Ministro della giustizia;
- preparazione a una istanza e invio dei documenti nel Tribunale.

La procedura giudiziaria si realizza nel Tribunale di Sofia. La rappresentazione legale si assicura da BAMOZOID. La presenza del candidato non e’ necessaria. L’udienza si svolge presto e a porte chiuse a meta di custodire confidenzialita’. Sulla base della decisione del Tribunale si rilascia un nuovo certificato di nascita e passaporto del bambino con quale il bambino puo’ lasciare Bulgaria e entrare nel paese dei genitori.

Esigenze verso il candidato

Per adottare un minore con residenza abituale a Repubblica di Bulgaria, la persona deve rispondere alle seguenti esigenze:
- deve essere in capacita’ lavorativa
- di non essere privato dei diritti di genitore
- di non essere condannato
- di rispondere alle esigenze per l'adozione internazionale dello Stato di residenza abituale
La legislazione bulgara vieta l’adozione da piu’ di una persona, se non sono sposati.
Si esige una differenza minima di 15 anni tra l’adottante e l’adottato. In adozione da coniugi almeno uno deve rispondere a questa restrizione.


Iscrizione del candidato nel Registro
La procedura comincia con una richiesta, che si prepara da BAMOZOID e contene:

Breve presentazione del candidato - nome, nazionalità e cittadinanza, numero del documento d’ identità, data e luogo di nascita, paese di residenza, indirizzo.

Breve storia della famiglia al candidato.
Informazione per lo stato sociale ed economico del candidato.
Informazione sull’Autorita’ centrale o sull’Associazione straniera, che mediera’ nella procedura per adozione secondo la Convenzione sulla protezione dei minori e la cooperazione in materia di adozione internazionale.
Motivi al candidato, preferenze per l’eta’ e il sesso del bambino e altri fatti, importanti per l’ adozione

Con la richiesta si allegano i seguenti documenti:

- Permmesso ad adottare un bambino secondo la Legge dello Stato di residenza abituale del candidato;
-Un documento rilasciato dalla competente autorità che il candidato non e’ privato dei diritti di genitore;
- Relazione sociale, il quale deve contenere i dati necessari per i membri della famiglia del candidato, incluso la loro salute;
- Certificato medico del candidato, che riflette la salute fisica e mentale della persona, la mancanza di gravi malattie croniche, malattie veneree trasmissibili, AIDS, tubercolosi e altre malattie mortali;
- Fedina penale;
- Certificato di matrimonio, se i candidati sono coniugi;
- Relazione dall’Associazione straniera con presentazione al candidato;
- Contratto con BAMOZOID;
- Procura per BAMOZOID;
- Dichiarazione che al candidato sono presentati i condizioni del contratto e che ha’ ricevuto l’informazione per l’Associazione bulgara

I documenti rilasciati all'estero si presentano in originale e in traduzione in bulgaro. I documenti devono essere certificati dall'Ambasciata o il Consolato bulgaro nel paese o legalizzati con Apostile.

La richiesta deve essere considerata in 30 giorni dal deposito. Se i documenti rispondono ai requisiti della legge, il richiedente deve essere registrato nel Registro dei candidati per adottare al Ministero della Giustizia. Il candidato deve essere informato entro 14 giorni dall'importazione.

Se ci sono mancanze nei documenti, il Ministero della Giustizia informa il candidato. Le mancanze nei documenti devono essere eliminati in termine di 30 giorni. Se le irregolarità non sono eliminati in termine di 30 giorni, la copia si chiude e la documentazione si torna al candidato.

Esame della richiesta dal Consiglio dell’ adozione

Le richieste dei candidati e le cartelle dei bambini iscritti nel registro si considerano dal Consiglio internazionale per l’adozione, che si riunisce almeno tre volte al mese.

Le richieste dei candidati per la loro determinazione come adatti per genitori adottivi si trattano nell'ordine della loro iscrizione nel registro. La decisione del Consiglio si fa sulla base della possibilita’ dei genitori adottivi e gli interessi del bambino.

Il Consiglio fa la sua proposta al Ministro della Giustizia, che in termine di 14 giorni, deve dare il consenso di adozione o un rifiuto motivato. Il rifiuto puo’ essere impugnato nel Tribunale.

Se il candidato e’ definito come adatto per l’adozione di un bambino concreto, il Ministro di giustizia rilascia un certificato di consenso per avviare la procedura di adozione, che accompagnato con una relazione del minore e una sua immagine si invia nell'Autorità centrale del paese del candidato.
Dal ricevimento della relazione il candidato ha due mesi per avere contatto con il bambino e di presentare i documenti necessari per il passaggio seguente. Eccezionalmente il termine può essere continuato con un mese, quando ci sono circostanze eccezionali che impediscono dare il consenso o il dissenso per l'adozione.

Il contatto con il bambino si fa nell’ Istituto in cui è disposto. La sua durata non deve essere meno di 5 giorni. Se l'adottante non può entrare in contatto personale a causa di problemi di salute, difficoltà finanziarie, urgenti impegni di lavoro o difficoltà nell’organizzazione del viaggio, lui presenta una dichiarazione autenticata da notaio indicando i motivi per il contatto non realizzato. Fa’ una dichiarazione che accetta il rischio per l’origine e la salute futura fisica e mentale e lo sviluppo del bambino. In questo caso il contatto si stabilisce da un rappresentante di BAMOZOID.

 


Consenso dei genitori adottivi

Per la fase finale della procedura e per la causa tribunale il candidato deve presentare i seguenti documenti:
- Il consenso dell'adottante deve contenere una dichiarazione che è informato per la salute del bambino, che è informato per le conseguenze dell’adozione, che aveva contatto con il bambino e che e’ d’accordo di continuare la procedura;
- Una dichiarazione che il bambino non sarà adotato di nuovo, non sarà sottoposto a un trattamento sperimentale, non sara’ usato per donatore;
- Una dichiarazione che il consenso dato dal genitore adottivo non è collegato con vantaggio materiale;
- Dichiarazione che presentera’ l’informazione alle Autorità competenti e contribuirà con l'osservazione 2 anni dopo l’adozione;
- Dichiarazione per i nomi del bambino che porterà dopo l'adozione;
- Procura per l’avvocato che rappresenterà l'adottante davanti al Tribunale;

I documenti elencati possono essere preparati e certificati davanti un notaio in Bulgaria durante la visita al candidato.
- Documenti attuali per la salute dell'adottante, passato criminale, documento che non e’ privato dai diritti di genitore, situazione finanziaria e la proprietà.
-Una relazione attuale dall’Associazione accreditata.

Entro 14 giorni dalla presentazione dei documenti, il Ministro della Giustizia firma un consenso per l'adozione.
Entro 3 giorni dal consenso al Ministro della Giustizia, l’Associazione bulgara prepara una richiesta per il Tribunale e la presenta al Ministero della Giustizia.
Entro 7 giorni dal ricevimento della richiesta, il Ministero la manda insieme con tutti i documenti nel Tribunale.

Causa tribunale

Il Tribunale esamina la richiesta entro 14 giorni dal ricevimento. La causa si svolge a porte chiuse /partecipano solo i partecipanti nella procedura. La presenza personale del genitore adottivo, non è obbligatoria. La decisione del Tribunale si annuncia subito.
Sulla base della decisione finale al bambino si rilascia un nuovo certificato di nascita in cui l'adottante è iscritto come genitore, e il bambino con i nomi nuovi.

Върни се в Страни